lunedì 16 marzo 2015

YAESU FT-ONE & YAESU FT-980: GEMELLI DIVERSI!




Quando ero un ragazzino di 15 anni, ero già stato folgorato dal demone della passione per la radio, e avevo un sogno, un sogno nato sfogliando il mio primo catalogo Marcucci del 1982...

Yaesu FT-ONE e Yaesu FT-980, due apparati bellissimi e inarrivabili ai più, visto il loro costo esagerato!

Oggi vi voglio riparlare di due fantastici apparati che avevo già recensito sul mio blog:

Yaesu FT-ONE il guanto della sfida alla Collins   









































All'inizio degli anni '80 un turbine di innovazioni tecnologiche investiva casa Yaesu!

Spartiacque di una nuova era, gli anni '80 si lasciavano alle spalle i mitici apparati valvolari, ultimo il glorioso Yaesu FT-902DM, pietra miliare della Yaesu e di tutto lo scenario radioamatoriale mondiale.

Lo Yaesu FT-902DM fu il culmine raggiunto dalla Yaesu di grandi apparati, figli di un successo che partiva da lontano, e che ormai aveva conquistato i mercati HAM a discapito delle nobili decadute americane.

Ma il caos tecnologico che regnava in casa Yaesu ci regalò, a sorpresa, nel 1982 un' ultima perla ibrida; quell'indimenticabile Yaesu FT-102, che col suo insolito e clamoroso tris di valvole finali, lasciava degnamente la scena ai nuovi progressi, gli apparati a sintonia continua, con uso di memorie, gestiti dai primi microprocessori a 4bit o  i primi controlli CAT, interfacciabili ai computer.
Tutte cose che a distanza di 35 anni, ci sembrano ora dei dinosauri, ma che furono l'inizio di una nuova pagina della storia della radio e della sua progressiva e inesorabile digitalizzazione, fino a quella di oggi.


PREMESSE:

Non si sa bene come andò veramente, ma per strani e curiosi motivi spazio temporali, due grandi apparati Yaesu si incrociarano nei loro destini:
Il roboante Yaesu FT-ONE e il fantastico Yaesu FT-980!

Lo Yaesu FT-ONE sul catalogo Marcucci del 1984 costava £ 4.763.000!!



Lo Yaesu FT-ONE uscì nel 1982 e nacque come l'evoluzione del mitico Yaesu FT-902DM, forse per non restare indietro ai concorrenti americani che con i loro memorabili Drake TR7 e soprattutto il Collins KWM-380 lanciarono sul mercati nuovi rivoluzionari apparati interamente allo stato solido e a sintonia continua.

Mamma Yaesu non volle essere da meno, lanciando sul mercato, un nuovo apparato rivoluzionario TOP Level, interamente allo stato solido, 100W e a sintonia continua!

Ecco quindi lo Yaesu FT-ONE, punta di diamante della linea forgiata con i vari gioielli: Yaesu 101ZD, i gemelli Yaesu 901/902DM e il bellissimo Yaesu FT-107: il mostro bianco e altri ancora.

Ma per strani motivi a me ignoti, lo Yaesu FT-ONE uscì solo un attimo prima del suo fratello FT-980, finendo così per farsi concorrenza in uno strano scontro fratricida.

L'impressione e che l'FT-ONE fosse un progetto partito molto prima, nato per contrastare la concorrenza, e con il non velato scopo di entrare nei mercati governativi e militari, la radio aveva dietro una progettazione complicata e diabolica, ma allo stesso tempo ne uscì un apparato elegante e di qualità, con tutti gli stadi montati su schede verticali, come di moda nei prodotti professionali dell'epoca, e derivati dalla filosofia dei vari Yaesu 101E/901/902.











Yaesu FT-980: sul catalogo Marcucci del 1984 costava  £ 4.102.000!

Lo Yaesu FT-980 che inizio una nuova linea di apparati Yaesu come il FT-102, FT77, FT-726 ecc. forse fu la maturazione del progetto Yaesu FT-ONE, o chissà di un progetto parallelo, qui gli ingegneri Yaesu tornarono a concentrarsi esclusivamente su un prodotto puramente rivolto al mercato radioamatoriale ...e ci riuscirono bene!

Abbandonata la progettazione a schede verticali, troviamo un bellissimo apparato di sostanza, a sintonia continua, interamente allo stato solido, da 100W e controllato da un microprocessore degno del suo nome e interfacciabile al computer, segnando l'esordio della connessione CAT.
Anche se sembra che controllare un FT-980 da un computer dell'epoca, fosse un impresa tutt'altro che semplice e non come usare oggi Ham Radio Deluxe direttamente con una porta USB!

A prima vista gli apparati sono similari nel loro maestoso e poderoso aspetto, molto belli esteticamente e pesanti come deve essere una radio "state of art", pieni di tasti, tastini, leve e levette, i menù e sottomenù per loro fortuna sono ancora fantascienza!

Gli FT-ONE e FT-980 dominano entrambi la scena per le splendide coppie di s-meter analogici, che con la loro livrea azzurra/verdastra, conquisterà il cuore adolescente dello scrivente! 

Entrambi usano il famoso sistema di controllo della banda passante Shift/Widht, stesso sistema, ma molto diversi come progetto, completamente analogico sul FT-ONE, elettronico sul Yaesu FT-980, ma entrambi molto efficaci per combattere il QRM.

Stiamo parlando di due apparati TOP Level, che costavano un occhio dalla testa come si nota dalle pagine del Catalogo Marcucci del 1984 di cui vi ripropongo qui sopra, (cliccate sulle immagini).

PRIME CONFIDENZE:

Qui FT-ONE:      


Lo Yaesu FT-ONE adotta un sistema a due conversioni con la prima MF molto in alto a 73.115Mhz e la seconda nella più classica media dei 8.9875 Mhz, una terza conversione è prevista per l'uso della scheda opzionale FM a 455 Khz, purtroppo si sente la mancanza di un degno filtro Notch in Media Frequenza, ne troviamo uno in BF che lavora speculare al ottimo filtro audio APF ...qui si rimpiange il Reject del vecchio Yaesu 901DM!


Il magone però passa presto, perchè usare un FT-ONE è molto piacevole, ci troviamo di fronte ad un apparato insolito ma di gran classe. L'impostazione professionale, si nota subito, frontale in alluminio, costruzione solida, aprendolo le schede verticali lasciano a bocca aperta... l'ascolto è molto gradevole, gli ottimi filtri a cristallo ( una cascata di filtri a 20 poli!) fanno molto bene il loro lavoro e ci regala un ottimo ascolto dei segnali caldi e naturali, un uso sapiente dell'ingegnoso sistema di doppio controllo della banda passante Shift e Whidt ci permette di tirar fuori il meglio dai segnali ricevuti complice anche il tasto di sintonia "Fine" che ci permette di regolare dolcemente la sintonia del VFO.

Degno di nota è l'attenuatore variabile in continua a diodi PIN, curioso poi che tra i vari modi di emissione troviamo pure il modo Tx USB/Rx LSB e Tx LSB/Rx USB!


Discutibile ma affascinante, è la gestione dei VFO, che a seconda dei casi possono essere 10 memorie regolabili a piacimento, permettendo così ogni tipo di split e la tastiera che permette di prendere il totale controllo della sintonia e delle memorie, ma di un improbabile e contorto utilizzo reale.





Qui FT-980:

Lo Yaesu FT-980, si presenta come il suo fratello, imponente e bellissimo, costruzione solida e accurata, il ricevitore usa il poi classico schema supereterodina a 3 conversioni, con la prima media frequenza a 47.055 Mhz, la seconda a 8.9875 Mhz e la terza a 455 Khz.

Ritroviamo finalmente il filtro Notch in media frequenza, una preziosa arma in più, sono degni di nota i due VFO con front end separati per uso Ham e General.

Anche usare uno Yaesu FT-980 è molto piacevole, l'ascolto è quello che ora non c'è più... come per l FT-ONE le modulazioni sono calde e corpose, ma soprattutto naturali, e cioè "analogiche" che riempiono la stanza senza distorsioni ...e facendo venire tanta voglia di vendere le comode radio DSP moderne...  Bastano poche operazioni, regolare l'attenuazione, il RF Gain, un po' di Shift & Whidt e voilà, la ricezione è enfatizzata al meglio, ...il DSP (per fortuna) dovrà uscire tra 20 anni!!

In trasmissione la modulazione è superba, grazie al famoso sistema di compressione Yaesu e il controllo automatico di guadagno AMGC presenti pure sul FT-ONE.



Ma ora qualche nota negativa, le ventole!!

Entrambi gli apparati montano sul retro delle fastidiose e terribili ventole, che quando entrano in funzione rovinano questo ascolto così piacevole che ci regalano questi gioielli.

Per fortuna, il mio FT-ONE (marchiato Sommerkamp) monta una modifica, che si usava fare all'epoca, per far si che la ventola entri in azione solo in trasmissione, ed è un gran sollievo!

Il mio FT-980 ha una ventola che si accende da sola anche in RX dopo un pò, qui ho risolto facilmente, senza fare modifiche invasive, semplicemente aggiungendo dietro una silenziosa ventola da PC che soffia un po' d'aria, mantenendo lo stadio PA e il suo delicato alimentatore un poco più freschi.




L'impressione è che l' FT-ONE sia stato il passaggio nella nuova era di apparati radioamatoriali, ma pensato anche ad un uso a 360°, come si nota dalla impostazione dei comandi sul frontale, un apparato nato con l'idea di sostituire i memorabili Collins 51S-1 dalle ambasciate di tutto il mondo e che forse doveva uscire sul mercato un po' prima.

Ma che invece, complice il veloce progresso tecnologico di quei anni, ha finito per sovrapporsi con lo Yaesu FT-980 con lui si riusci a rimediare i difetti del prematuro FT-ONE, su tutti la gestione dei troppi oscillatori locali e della conseguente necessità di periodiche ritarature. Anche se nelle ultime versioni di questo fantastico apparato, il problema fu quasi completamente risolto!

Quel sogno, di cui vi parlavo all'inizio, che si chiamava Yaesu FT-ONE e Yaesu FT-980, oggi è diventato una bellissima realtà!















Creative Commons License
iv3hls ham radio tales is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 2.5 Italia License.

Nessun commento: